VC05Vacanza di gruppo magico cilento | mare e castelli della costa cilentana

Porto Travierso o Porto delle Gatte, 84048 Santa Maria di Castellabate SA, Italia (0)
a persona  185.00
  • Costa del Cilento
  • Pranzo tipico
  • Tour enogastronomici
  • Tour panoramici
  • Vacanze di Gruppo
  • Viaggi di gruppo

Descrizione

Vacanza di gruppo Magico Cilento: mare e Castelli della costa cilentana

Vacanza di gruppo di 3 giorni / 2 notti. Da Castellabate a Casalvelino Marina per scoprire una realtà produttiva impegnata nella valorizzazione di prodotti ittici con giro in barca nel Golfo di Elea Velia; infine il borgo di Lustra con il più antico castello cilentano, e di Prignano con degustazione dei fichi secchi, prodotto principe della Dieta Mediterranea.

1° giorno Castellabate antica e costiera con sosta a Punta Licosa

Arrivo del gruppo a Castellabate Patrimonio – UNESCO, in mattinata. In posizione panoramica, a controllo della costa sottostante, tra Punta Licosa e il promontorio di Punta Tresino, ecco il suggestivo borgo medievale di Castellabate, che è stato set del film di Luca Miniero “Benvenuti al Sud” con Claudio Bisio e Alessandro Siani.

La visita inizia dal Castello dell’Abbate, sorto intorno all’anno Mille, costeggiato da robuste mura perimetrali, rese ancor più minacciose dalle quattro torri angolari a pianta rotonda. All’interno un piccolo mondo di abitazioni, forni, cisterne e magazzini per le provviste.

Nelle vicinanze sorge la Chiesa di Santa Maria de Gulia, risalente alla prima metà del XII sec. Elevata a Basilica Pontificia nel 1988, il suo nome richiama la forma del colle su cui sorge e, visto dal mare, sembra un’aquila posante con l’altero becco a forma di uncino.

Passeggiare tra le viuzze del centro storico è pura magia, il borgo ha un fascino speciale, immerso in uno scenario naturale mozzafiato, la cui bellezza ha da sempre richiamato curiosi e viaggiatori anche molto importanti. Lo stesso Gioacchino Murat, arrivato a Castellabate nel 1811, pronunciò dal Belvedere di San Costabile la fatidica frase: “Qui non si muore” come riportato su una targa posta a memoria dell’episodio.

Inizio dei servizi: Pranzo in ristorante

Al termine proseguimento per Santa Maria di Castellabate, incontro con la guida, e piacevole passeggiata marinaresca sul lungomare, con partenza da Villa Matarazzo, tra approdi e porticcioli, torri di avvistamento e palazzi gentilizi. Durante il percorso avverranno gli incontri con i pescatori, per un approccio con le principali tipologie di pesca, e con gli artigiani del riciclo artistico, per un approfondimento sulle tecniche di recupero degli oggetti considerati rifiuti. Il tour si chiude presso il caratteristico “Porto delle Gatte”, set cinematografico di alcune delle scene più esilaranti del film “Benvenuti al Sud”.

Si prosegue per ammirare lo splendido tramonto di Punta Licosa, una delle zone costiere meglio conservate del Cilento dove la sirena Leucosia tentò Ulisse nel corso del suo viaggio Omerico.

Sistemazione della comitiva presso l’hotel prescelto, cena e pernottamento.

2° giorno Casalvelino marina e Velia

Dopo la prima colazione, incontro con la guida e partenza per Casalvelino Marina, piccolo borgo di pescatori della costa cilentana.

Dimostrazione delle tecniche di pesca con presentazione di vari tipi di rete e della lavorazione tradizionale del pesce azzurro “alici sotto sale”.

Il metodo riprende un’attività svolta nell’Alto Medioevo, ma senza dimenticare che già i Romani, nell’antichità, avevano scoperto il garum, la famosa salsa di pesce con cui condivano tanti cibi come verdure, carne e persino frutta.

Al termine facile escursione in barca sulle limpidissime acque del Golfo di Elea – Velia, fino a raggiungere un moderno impianto di acquacoltura in mare aperto per l’allevamento di ottime spigole e orate.

Nel Cilento il pesce azzurro è di casa, soprattutto le alici. Le migliori sono quelle pescate nel periodo che va da giugno a luglio perché raggiungono la massima dimensione e contengono meno grassi. Si tratta di lasciare le alici in salamoia (in un recipiente largo coperte di sale) per almeno 48 ore in cui perdono la loro acqua, poi si procede alla decapitazione ed evisceratura. Si dispongono in vasi di terracotta, o in alternativa di vetro, ed ogni strato di pesce viene cosparso di sale. Alla fine si mettono in un luogo fresco con un peso che le mantenga compatte e che favorisca l’ulteriore perdita di acqua e si lasciano a maturare per almeno quattro mesi. È lo stesso procedimento usato per le alici di menaica, un tipo di pesca così chiamato perché si utilizza una rete, la menaica appunto, che permette di selezionare solo le alici di grandi dimensioni. La rete le seleziona in base alla dimensione, catturando le più grandi e lasciando passare le piccoline.

Rientro in porto e pranzo a base di pescato locale.

Nel pomeriggio il tour riprende con la visita guidata al Parco Archeologico di Elea-Velia, Patrimonio – UNESCO.

L’antica città greca di Elea sorse intorno al 540 a.C. per iniziativa di un gruppo di Focei fuggiti dalla madrepatria. Qui, per due secoli, dettarono legge sul Mediterraneo, imprimendo una traccia indelebile nella storia del pensiero universale con la scuola filosofica di Senofane, Parmenide, Zenone e Melisso, detta appunto “Scuola Eleatica”.

Rientro in hotel cena e pernottamento.

3° giorno Castello di Rocca Cilento e azienda lavorazione fichi secchi

Dopo la prima colazione, incontro con la guida e partenza verso l’interno del Cilento.

Visita del Castello di Rocca Cilento, il più antico del territorio cilentano, che possiede una straordinaria ricchezza storica ed architettonica, forte di una stratificazione in pietra di circa mille anni.

La struttura è circondata da una cinta muraria di origine angioina, inserita in modo organico nell’abitato circostante, che presenta possenti torri circolari sul lato esposto a sud-ovest. Lo stretto passaggio di ingresso, segnato da un brusco cambiamento di direzione, era un accorgimento difensivo dell’architettura militare normanna usata per evitare che gli assalitori potessero abbattere il portone con l’ariete. Il complesso difensivo è completato da un fossato che costeggia per un tratto limitato le mura.

Sosta a Lustra per visitare la Chiesa di Santa Maria Vetere, detta anche della Concezione, tra le più eleganti di origine medievale del Cilento interno.

Proseguimento per Prignano Cilento e visita ad una primaria azienda di lavorazione di fichi secchi, prodotto principe della Dieta Mediterranea.

Già Plinio il Vecchio citava il fico dottato come uno dei migliori da seccare e proprio su questa varietà ha deciso di scommettere l’azienda cilentana.

Seguendo la tradizione, in questo opificio si continuano a lavorare dal 1930, ogni anno, quintali di fichi freschi, cercando sempre di interpretarli in maniera originale per forme, colori e profumi. Nascono così i fichi secchi, i filetti, i fagottini, gli scugnizzi (fichi con cacao e rhum) e i capicollo (con fichi sbucciati); e ancora limonfichi, sciuscià e la particolare melassa. Quest’ultima ha spiccati profumi di liquirizia, fieno e miele, mentre al palato richiama sentori di caramello e zucchero tostato: ciò la rende un abbinamento ideale per formaggi, pesce, gelati e macedonie di frutta fresca. La tecnica per produrre questa melassa prevede che i fichi secchi vengano dapprima spremuti a freddo, il liquido ottenuto affinato in acciaio per poi passare alle botti di rovere e ciliegio per un periodo che va dai 3 ai 36 mesi.

Fine dei servizi

Ogni giorno: scoperta di luoghi e personaggi affascinanti, per compenetrarsi nella cultura contadina ed artigianale del territorio e condividerne le passioni.

Sistemazione in agriturismo oppure in hotel 3 / 4 stelle.

Prezzo

Prezzo – per minimo 15 persone –

A partire da € 185,00.

A Richiesta

È possibile personalizzare e/o combinare i percorsi di visita secondo le esigenze del gruppo.

Contatti: tel. 089 3061186 – cell. 3403858749 – info@dipark.it

LE QUOTE INCLUDONO

Assistenza da parte di un ns incaricato in arrivo a Castellabate e per l’intera durata del tour.

Drink di benvenuto in hotel.

N.2 mezze pensioni dalla cena del 1° giorno alla prima colazione del 3° giorno con sistemazione in hotels della categoria prescelta in camere base doppia con servizi privati.

N.1 pranzo in ristorante zona Santa Maria di Castellabate il 1° giorno.

N.1 pranzo in ristorante a Casalvelino Marina il 2° giorno.

Bevande incluse a tutti i pasti nella misura di ¼ vino + ½ minerale a persona.

Degustazione prodotti tipici del Cilento presso le aziende indicate nel programma.

Visite guidate come da programma.

Servizi supplementari

Servizio di guida turistica al centro storico Castellabate.

Ingressi vari previsti dal programma. Bibite.

Serata danzante in locale convenzionato o in hotel.

Sistemazione in camera singola.

Soggiorni nei week-end e nei periodi dei ponti festivi.



Recensioni

Commenta
0 Recensioni
  • Position
  • Tourist guide
  • Price
  • Quality

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi